Sale

Sale da gioco, per incontro, ristorazione e cultura.

Sale da gioco, da “conversazione” e di incontro caratterizzano la struttura che si presenta nel suo miglior stile Liberty-Decò. Due gli ingressi:

Porta Principale e Porta Teatro

Procedendo dallo scalone, si accede direttamente al Salone Principale e alla Sala Liberty, entrambi dedicati al gioco delle Slot Machines.

Al piano terra, sopra il Salone delle Slot, si trova il Soppalco con l’elegante bar dotato di area ristoro, da cui si gode un’affascinante vista dell’area dall’alto.

Sempre da Porta Principale, si accede alla Sala Liberty suddivisa in “Sala Fumatori” e “Liberty Teatro”, due zone contraddistinte da arredi ricercati per chi desidera divertirsi in una cornice accogliente ed insieme raffinata, con una zona riservata ai fumatori: un Casinò nel Casinò.

Procedendo verso destra da Porta Principale, si può ammirare la “scala liberty” che conduce al primo piano e alle sale dei giochi tradizionali.

Al primo piano sono ubicate sale riservate ai giochi tradizionali e al poker.

Sala Cinquecento o “del caminetto”, contraddistinta dal soffitto a ”cassettoni in legno decorati” e dal caminetto, con quadri orientaleggianti che ricordano scene di caccia, trasporta i visitatori in una dimensione ottocentesca, elegante e magica al tempo stesso. Nella sala sono organizzati spazi dedicati alla conversazione e sono presenti alcune slot machines.

Proseguendo si accede alla Sala Comune e Sala Attigua, dedicate ai giochi tradizionali, impreziosite dai lampadari in vetro soffiato veneziano.

Dopo la sala Attigua si accede alla Sala Giò Ponti, intitolata all'omonimo architetto milanese che operò nella Casa da Gioco, nella Riviera dei Fiori e nella vicina Francia. Giò Ponti (1891 - 1979) ha lavorato dagli Anni Trenta agli anni Cinquanta a Sanremo, Bordighera e nell’area monegasca, firmando ville ed alberghi ancora adesso splendidi come villa Marchesano e villa Donegani. Sempre a Giò Ponti si deve la presenza nella Casa da Gioco di un altro grande artista italiano il pittore e decoratore Piero Fornasetti.

La vicina Sala De Sanctis è la sala da gioco dedicata agli amanti del Poker Texas Hold’em, utilizzata per diversi tornei ed anche per il cash game.

La Sala De Santis, rinnovata negli anni Ottanta, è stata intitolata al primo gestore – mecenate della Casa da Gioco, che volle coniugare gioco e cultura in un binomio che venne tramandato negli anni.

Le Sale Privè e Privatissimo, a cui si accede dalla scala Liberty, sono i luoghi deputati ai grandi tornei nazionali e internazionali, ma anche all’organizzazione di eventi di gioco collettivo, mostre, banchetti, meeting e buffet.

Entrando da Porta Teatro si trova la Sala Hall o Foyer del Teatro dedicata all’organizzazione di mostre e esposizioni.

Da Porta Teatro si accede alla Sala Liberty, al Salone e Soppalco Slot nonchè al Teatro dell’Opera.

Lo stile, il prestigio, la storia

Anche online